Sentenza Corte di Giustizia UE: “i datori di lavoro sono obbligati a misurare le ore lavorate dai dipendenti”

È del 14 Maggio la sentenza della Corte di Giustizia europea che impone agli stati membri la definizione di una soluzione che obblighi il datore di lavoro ad un sistema di misurazione delle ore lavorate dai suoi dipendenti.


Le ore lavorate dai dipendenti vanno misurate

È stato un sindacato spagnolo a rivolgersi alla legge per tutelare i dipendenti di Deutsche Bank, i quali prestavano un grande volume di straordinari eccedenti alle ore contrattualizzate. La legge - in Spagna così come nel nostro Paese – attualmente non richiede la registrazione giornaliera dettagliata delle ore lavorate e questo rende difficoltoso il controllo per far rispettare i diritti dei lavoratori, in particolare la limitazione della durata massima dell’orario di lavoro.

La sentenza della Corte per tutti i paesi membri

Nella sentenza della Corte (che è possibile leggere qui) viene definito l’Obbligo di istituire un sistema che consenta la misurazione della durata dell’orario di lavoro giornaliero svolto da ciascun lavoratore e si legge che al fine di assicurare l’effetto utile dei diritti previsti dalla direttiva 2003/88 e del diritto fondamentale sancito dall’articolo 31, paragrafo 2, della Carta, gli Stati membri devono imporre ai datori di lavoro l’obbligo di predisporre un sistema oggettivo, affidabile e accessibile che consenta la misurazione della durata dell’orario di lavoro giornaliero svolto da ciascun lavoratore.

Un sistema di rilevazione presenze per un migliore rapporto tra azienda e dipendenti

I sistemi di rilevazione presenze sono sistemi che garantiscono un rapporto trasparente tra lavoratore e azienda.

Sono proprio questi sistemi che garantiscono all’azienda e al lavoratore la difesa dei reciproci diritti:

  • Per il dipendente l’oggettiva misurazione delle ore lavorate, ordinarie o straordinarie
  • Per l’azienda il controllo del corretto comportamento del dipendente, del rispetto della puntualità e degli orari

 

Oggettivo, affidabile e accessibile, sono questi i requisiti del sistema definiti dalla Corte e sono le stesse caratteristiche che contraddistinguono i sistemi di rilevazione presenze di Zeitgroup che da più di trent’anni commercia e produce in-house sistemi per la misurazione del tempo in azienda.

 

Sistemi di rilevazione presenze oggettivi e affidabili: la registrazione del dato al momento della timbratura fa fede all’orario del dispositivo, terminale o smartphone, che non può essere modificato; nel caso di lavoro in mobilità la timbratura tramite smartphone (che può essere del dipendente o fornito dall’azienda a prezzi estremamente contenuti) il dato registra anche la posizione del dipendente grazie al GPS del dispositivo. Sistemi di rilevazione presenze accessibile: tutti i sistemi Zeitgroup prevedono un account per ogni utente così che i lavoratori, così come i datori di lavoro, possano consultare le timbrature e avere un quadro completo delle ore lavorate. L’erogazione in cloud del servizio fa sì che i dati siano sempre consultabili da qualsiasi dispositivo (pc, tablet, smartphone) con una connessione web.

 

Se sei interessato ad un sistema di rilevazione presenze oggettivo, affidabile e accessibile, contattaci per ricevere informazioni e una dimostrazione gratuita delle nostre soluzioni.